venerdì 5 febbraio 2010

Una carpa da brividi…

A j ò tiràt sò una göba da incurnišê…

di Gabriele Andraghetti


E’ un tipo che ispira immediata simpatia quel pezzo d’uomo che risponde al nome di Gabriele Andraghetti, originario della Ciribëla di Voltana (per un breve periodo terra di nunì Capitëni nel primo Novecento), compagno di Irene Bellettini, figlia del nostro Ibanez detto e’ Baròñ, genero quindi di un personaggio notissimo in paese e di cui ho raccontato parecchio nei miei libri.

Ho incontrato Gabriele un paio di volte all’edicola. In questi giorni è venuto a trovarmi a casa mia portandomi preziose riviste che mi interessavano e ci siamo raccontati un sacco di cose. Fra una storia e l’altra mi ha mostrato alcune foto e l’occhio mi è caduto su questa che lo ritrae trionfante, in veste di pescatore di vaglia, assieme ad una preda d’eccezione.

Gli ho chiesto subito di raccontarmi brevemente come è avvenuta la cattura di questo esemplare di grossa mole, una carpa regina dei nostri canali, che si sa estremamente sospettosa. Per catturarla ci vogliono pazienza e abnegazione, pasturazioni di grande creatività e tutta la studiata strategia di speciali pescatori “d’attesa”, i quali, una volta effettuata la cattura, fotografano e pesano il soggetto, lo rimirano con soddisfazione e infine lo ributtano premurosamente in acqua, per la gioia sua e di chi forse lo pescherà ancora chissà quante volte.

Eccovi, comunque, foto e racconto (a.v.):



Gabriele Andraghetti e la carpa catturata il 9-9-09 nel canale di Ostellato

(Cliccare sulla foto per vederla ingrandita)


Dopo aver ripetuto una mega pasturazione per diversi giorni stavo sognando davvero di far abboccare una big - carpa, una bëla göba, insoma

Siamo nello scorso autunno, per la precisione manca un quarto al mezzogiorno del 9 settembre 2009, quando, nelle acque del canale di Ostellato, il segnalatore di colore rosso emette un sibilo acustico continuo.

Il pesce è in canna, la Hulk forza 7 a 3 libbre non dà segno di cedimento al momento in cui la lenza diametro 35 va in tiro. La lotta ha inizio.

Sono venti minuti di tira e molla, di tentativi da parte della preda di divincolarsi con una forza enorme che per fortuna diminuisce col passare dei minuti. E’ una sfida fra me e la göba che alla fine mi vede vincitore e che mi dà la gioia di stringere fra le mani questo trofeo, questa carpa regina di ben 20,100 Kg.

Che spettacolo … (Gabriele Andreghetti)


Nessun commento: